Industria 4.0 e IoT: magazzino che cambia e nuova supply chain

09.07.2019 - Articolo, Office Automation

"Aspetti sociali, ambientali, tecnologici ed economici sono considerati in questo esatto ordine i driver dell'economia. E le imprese, che si confrontano in un contesto globalizzato, hanno bisogno di un nuovo concept strategico della produzione orientato a competitività e sostenibilità.
Secondo Airi, l'associazione italiana per la ricerca industriale, gli stimoli allo sviluppo di una produzione sostenibile e competitiva sono identificabili nella seguente serie di elementi:

  • Riduzione del time to market, tramite l'utilizzo di sistemi di simulazione integrati con la realtà produttiva.
  • Potenziamento dell'adattabiIità/configurabiIità dei processi attraverso un approccio modulare nei sistemi di produzione, al fine di massimizzare l'autonomi a e l'interazione con i macchinari, e il continuo riutilizzo delle infrastrutture esistenti.
  • Consumo di risorse ottimizzato attraverso l'utilizzo di processi a basso consumo energetico, fonti di energia rinnovabili, e la gestione intelligente dei processi produttivi in ottica di impatto ambientale basato anche sul recupero del calore dissipato.
  • Maggiore qualità del prodotto attraverso una maggiore robustezza e precisione del processo, garantendo al tempo stesso una facile manutenibilità.
  • Una maggiore produttività in condizioni di sicurezza ed ergonomia del posto di lavoro, migliorate attraverso l'integrazione a monte nella progettazione della fabbrica di sistemi innovativi .
  • Una maggiore riusabilità dei sistemi di produzione verso fabbriche interoperabili a livello mondiale, che sono in grado di fornire servizi e sviluppare prodotti sempre e ovunque, indipendentemente dalla tecnologia, la cultura o la lingua in uso nei diversi siti produttivi.
  • Nuovi prodotti, che richiedono nuove tecnologie di produzione adeguate alle nuove funzionalità.
  • Nuovi sistemi integrati di progettazione che comprendano fin dalle prime fasi di sviluppo concettuale la disponibilità dei nuovi asset abilitanti (per esempio modular design, design for additive manufacturing).

Sulla base di questi driver, Airi ritiene che vadano curati in maniera prioritaria alcuni domini tecnologici, tra cui l'Internet of Things. È infatti fondamentale, si legge nello studio realizzato dall'associazione, come contributo alla strategia nazionale di Industria 4.0, lo sviluppo di piattaforme tecnologiche avanzate (componenti e sistemi, hardware e software) per la raccolta e la gestione dei dati da loT presenti negli ambienti produttivi (Fonte: Ciceri M., Office Automation, marzo 2019)".

Domini tecnologici per i driver di sviluppo 4.0

Partendo dalle considerazioni dell'Associazione Italiana per la Ricerca Industriale, l'articolo di Michele Ciceri su Office Automation prende in esame le diverse possibili applicazioni delle nuove tecnologie della cosiddetta 4a rivoluzione industriale, in particolare IoT e robot, e ne esamina le applicazioni in ambito logistico, dei magazzini, della produzione e gli impatti sul lavoro.

Tra i contributi dell'articolo anche quello di Paolo Fontanot, Product Manager di Tecnest, che sottolinea l'approccio "Human-Centered" delle soluzioni FLEX for Industry 4.0 di Tecnest.

Scarica e leggi l'articolo di Michele Ciceri pubblicato sulla rivista Office Automation dall'area download

Ultime News

0406-2024
Racconti da SPS Italia 2024: con FLEX risposte puntuali al mondo che cambia
Da poco rientrati, parliamo già con entusiasmo di SPS Italia 2024...
1904-2024
Tecnest alla 12ª edizione di SPS!

Ti occupi di produzione, innovazione di fabbrica e gestione dei...

1504-2024
La suite FLEX di Tecnest per il piano di Transizione 5.0: ecco come raccogliere, monitorare ed efficientare i consumi energetici in fabbrica

Mentre la sfida dell’evoluzione tecnologica raccolta e portata...


Archivio News >