FLEX ai tempi del Coronavirus: l’importanza della produzione (digitale) resiliente e della Supply Chain Visibility

L’emergenza Covid-19 sta lentamente, ma inesorabilmente insinuandosi in ogni comparto, forzando la mano a diversi settori, ma al contempo, aprendo gli occhi in maggiore misura sulla necessità della digitalizzazione del comparto produttivo.

La difficoltà negli approvvigionamenti, i ritardi, il rallentamento della produzione dovuto ad un calo della domanda, sono solo alcune delle difficoltà alle quali il mondo della produzione è chiamato a rispondere in questo momento.

 

Come permettere dunque al manifatturiero e alla supply chain di rispondere alla crisi da Covid-19?

La parola chiave è resilienza.

Attraverso strumenti responsivi e flessibili capaci di predire scenari produttivi, controllabili in real-time e costantemente monitorabili, l’occhio sulla produzione resta vigile e pronto ad intervenire.

Il momento di crisi può anche rappresentare un forte trampolino di lancio per il set-up di nuovi modelli produttivi e di supply chain in ottica “digital” capaci di aumentarne efficacia, efficienza e reattività quando, trascorso il momento dell’emergenza, arriverà quello del rimbalzo.

È qui che si rintraccia il più profondo significato dell’Industry 4.0 che sfrutta la potenza dei software per rendere più agili e intelligenti le fabbriche italiane.

 

Strutturare la risposta all’emergenza

Come risponde il software FLEX di Tecnest all’emergenza COVID-19?

  • Permettendo la raccolta e l’analisi di dati in tempo reale (da sistemi eterogenei) e da ogni stabilimento fornendo scenari predittivi di produzione alternativi.
  • Permettendo di risolvere rapidamente e quotidianamente le criticità legate al piano di produzione, sia in termini di pianificazione degli appuntamenti tra i fabbisogni e le disponibilità dei materiali, che in termini di Risorse umane, mantenendo stabile il programma produttivo e quantificando come una riduzione della capacità produttiva possa impattare sulle consegne.
  • Permettendo, sia con le funzionalità analitiche di “calcolo dei materiali mancanti” che con la verifica automatica dei materiali alternativi a livello di elaborazione MRP, il reperimento di materie prime e componentistica da fornitori alternativi, tracciando il fabbisogno dello stabilimento e le tempistiche in un momento di forte stress per tutti i canali di approvvigionamento
  • Permettendo una pianificazione alternativa ed accurata di date di consegna e date di forniture di conto lavoro.

 

SUPPLY CHAIN VISIBILITY: ricostruire la catena

L’emergenza in atto pone in evidenza l’importanza della supply chain visibility come importante strategia in grado di portare alla luce le criticità di tutti gli anelli della catena “Source-Make-Deliver”.

Gli effetti del momento in corso possono impattare direttamente sull’anello “Make” della produzione (anche a causa del distanziamento obbligato tra il personale), ma la sfida più importante è quella che riguarda “Source” e “Deliver.

Da un lato è necessario individuare quali siano i clienti chiave per sostenere la domanda di produzione, dall’altro è necessario monitorare le forniture di componenti e materie prime che sono ora “a rischio d’interruzione”. L’incrocio di queste informazioni permetterà dunque un’analisi in grado di garantire la sopravvivenza della filiera.

In questo delicato momento della scena internazionale diventa essenziale quini analizzare il mercato e disporre di modelli digitali della filiera di fornitura con applicativi software che consentano di effettuare tale incrocio guardando allo stesso tempo ad un futuro nel quale la catena degli approvvigionamenti sarà più solida e meno vulnerabile.

 

*Fonte immagine: AdvanceSchool.org

Ultime News

0304-2020
Migliorare tempi e performance produttive, l'elettronica d'avanguardia di EAS punta su Flex

EAS elettronica è un’azienda di Vicenza leader nella subfornitura...

3003-2020
Tecnest su UdineToday: la nostra vera forza è il capitale umano

L'articolo di UdineToday dedicato a Tecnest!

"Abbiamo stipulato da...

2603-2020
Nuova Isma migliora l'organizzazione grazie al modulo OPM di FLEX!

Nuova Isma azienda friulana specializzata nella produzione di...


Archivio News >