Come ottimizzare al massimo i processi di tintura del mondo Fashion?

Automatizzare i processi di colorazione e tintura nel mondo fashion rappresenta oggi un momento imprescindibile per l’intera catena produttiva del comparto. Per farlo abbiamo studiato le migliori strategie grazie all’utilizzo del sistema di Advanced Planning & Scheduling – offerto dalla suite FLEX -in grado di supportare il comparto nell’ottimizzazione di tale processo.

Nell’industria fashion l’efficienza dei processi di tintura riveste un ruolo fondamentale per garantire la massima qualità e tempestività nella produzione. L’implementazione di un sistema avanzato di pianificazione e schedulazione come FLEX APS può offrire soluzioni innovative per affrontare le sfide legate alla gestione delle lavorazioni di tintura.

La fase di tintura è infatti un momento caratterizzato da diverse potenziali criticità: tempi significativi, vincoli importanti e criticità che, se non adeguatamente risolte, si abbattono poi sull’intera catena produttiva con conseguenze importanti in termini di:

  • Mancata saturazione delle risorse di tintura
  • Mancato rispetto dei vincoli ed errori di datazione e consegna
  • Problemi relativi alle matrici di attrezzaggio al cambio colore.

 

Come si può quindi ovviare a tali criticità?

Automatizzando il processo di pianificazione e schedulazione con un sistema di Advanced Planning & Scheduling, che permetterà di:

  1. Accorpare le lavorazioni: le macchine di tipo batch. Gestire in maniera automatizzata, attraverso un sistema di Advanced Planning & Scheduling, il processo di tintura significa riuscire a raggiungere il massimo livello di efficienza organizzativa implementando strategie di pianificazione che permettono di accorpare diverse lavorazioni, allo scopo di massimizzare la saturazione delle risorse di tintura.
    Questo “accorpamento” strategico consente infatti di sfruttare al meglio le vasche di tintura, considerate all’interno del software “macchine di tipo batch” in cui è possibile eseguire più ordini di produzione contemporaneamente, a patto che condividano attributi specifici, come, per esempio il colore.
  1. Splittare i grossi ordini di produzione, in ordini più piccoli nel rispetto dei vincoli, delle capacità e delle risorse al fine di ottimizzarne la gestione.
     
  2. Parallelizzare gli split combinando le due soluzioni precedenti vale a dire eseguendo più ordini in maniera simultanea ma “suddivisi” in ordini di minori dimensioni, sempre e comunque nel rispetto dei vincoli produttivi.

     

Leggi come è andata con i nostri clienti.

 

Ultime News

2902-2024
Tecnest presente nel testo "Successi a Nord Est" assieme ad altre realtà del territorio

Il riconoscimento di un impegno e dei suoi risultati è sempre un...

1402-2024
L'intervento del Presidente Pettarin per AgenziaDire: “Con Ai siamo all’inizio di una nuova era tecnologica”
«Siamo all’inizio di una nuova era tecnologica», esclama il...
1202-2024
Racconti dal WAICF 2024!

Archivio News >